Per ottimizzare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza cookies. Cliccando accetta si autorizza l'uso dei cookies. Maggiori informazioni
Accetto
Menu
My area Contatti Cerca

Capacity market, la Ue approva i meccanismi per la sicurezza energetica

Coinvolti nel provvedimento Italia, Belgio, Francia, Germania, Grecia e Polonia La Commissione europea ha approvato i me...

Coinvolti nel provvedimento Italia, Belgio, Francia, Germania, Grecia e Polonia

commissioneeuropea.jpgLa Commissione europea ha approvato i meccanismi di capacità elettrica in  Italia ma anche in Belgio, Francia, Germania, Grecia e Polonia. Secondo la Commissione, le misure contribuiranno a garantire la sicurezza dell'approvvigionamento, salvaguardando la concorrenza nel mercato unico.
 
Per l'Italia, la Commissione ha autorizzato meccanismi di capacità relativi all'intero mercato, che possono risultare necessari quando i mercati dell'energia elettrica si trovano ad affrontare problemi strutturali di sicurezza dell'approvvigionamento.
 
Nell'ambito di un meccanismo di questo tipo, spiega la Commissione, i fornitori di capacità possono ottenere un pagamento per la disponibilità a produrre energia elettrica o, nel caso di operatori della gestione della domanda, per la disponibilità a ridurre il consumo. Sia l'Italia che la Polonia "hanno chiaramente identificato e quantificato i rischi in materia di sicurezza dell'approvvigionamento, tenendo conto anche delle eventuali importazioni da paesi limitrofi".
 
L'Italia ha dimostrato che "un quantitativo importante di capacità rischia di uscire dal mercato e che è poco probabile che si realizzino nuovi investimenti in quanto gli investitori non riescono a ottenere guadagni sufficienti dalle vendite di energia elettrica".
 
Bruxelles rileva che i meccanismi in Italia sono aperti a tutti i tipi di fornitori di capacità, comprese la gestione della domanda, le capacità esistenti e nuove, nazionali ed estere. Le misure definite permetteranno anche di contenere i costi per i consumatori, grazie ad aste competitive organizzate periodicamente per l'assegnazione dei contratti di capacità.
 
Parallelamente, l'Italia si è impegnata ad attuare riforme del funzionamento dei mercati dell'energia elettrica. La decisione comunitaria fa seguito all'approvazione, da parte della Commissione, dei meccanismi di capacità relativi all'intero mercato in Gran Bretagna, Francia e sul mercato irlandese "all-island" in base agli stessi criteri.
 
Le reazioni
ARERA esprime soddisfazione per il via libera da parte della Commissione Europea. “Un passaggio importante dopo 7 anni di lavoro comune che ha visto il ruolo primario dell’Autorità nel disegnare e sostenere questo innovativo mercato che, come riconosciuto dalla Commissione, contribuirà a garantire la sicurezza dell'approvvigionamento, salvaguardando al contempo la concorrenza nel mercato unico e la tutela dei consumatori”.

“Elettricità Futura esprime grande soddisfazione per il risultato ottenuto – commenta Simone Mori, presidente dell’Associazione –. L’obiettivo fondamentale di garantire al sistema elettrico sicurezza e adeguatezza sarà ora più facilmente percorribile. Il Capacity Market fornirà segnali di prezzo di medio/lungo periodo al settore, al fine di indirizzare le scelte degli operatori.

Per Giovanni Valotti di Utilitalia “l’approvazione del Capacity Market italiano da parte della Commissione Europea rappresenta un passaggio fondamentale per il completamento di un disegno di mercato efficiente, che renda possibile il perseguimento degli obiettivi comunitari nel settore. Il ricorso ad un meccanismo trasparente e competitivo come quello approvato costituisce in questo senso un tassello importante per un mercato capace di reggere alle sfide future, oltre ad una rassicurazione per il contenimento dei costi di sistema”.

Powered by Sesamo 2018 - privacy policy