Per ottimizzare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza cookies. Cliccando accetta si autorizza l'uso dei cookies. Maggiori informazioni
Accetto
Menu
My area Contatti Cerca

Insetti nei menù, un giovane su due si dice disposto a mangiarli

Una ricerca Doxa ha evidenziato che molti italiani potrebbero mangiare in futuro cavallette, grilli, coleotteri, bruchi ...

Una ricerca Doxa ha evidenziato che molti italiani potrebbero mangiare in futuro cavallette, grilli, coleotteri, bruchi e scorpioni. I più aperti sono i ragazzi

Al solo pensiero di doverli inghiottire in molti penserebbero a un bel “no”, secco; eppure la disponibilità a insetti.jpgmangiare insetti come cavallette, grilli, coleotteri, bruchi e scorpioni è in crescita, almeno secondo la periodica ricerca sull’argomento realizzata da Doxa e commissionata da una società di disinfestazione. Secondo l’indagine, oltre il 40% degli italiani ritiene che gli insetti possano essere uno dei cibi del futuro; sono in particolare i giovani tra i 18 e i 34 anni a dimostrare maggiore apertura (49%), contro un 63% degli over 55 che pensa che gli insetti non saranno mai accettati come alimenti in Italia.
 
Se il menu del ristorante proponesse cibi a base di insetti, il 19% degli italiani intervistati li assaggerebbe perché incuriosito dal gusto, mentre il 21% sarebbe stupito e indeciso se assaggiarli. La ricerca ha anche chiesto agli italiani cosa pensano degli effetti sulla salute derivanti da questi alimenti, indipendentemente dal fatto che desiderino o meno assaggiare gli insetti. Risultato, 7 italiani su 10 pensano che cibi a base di insetti possano avere effetti benefici e fornire nutrienti utili al nostro organismo. E in effetti, secondo uno studio condotto dalla Fao nel 2013, oltre ad essere ecosostenibile grazie alla facile reperibilità della materia prima, un’alimentazione a base di insetti è anche nutriente e ricca di proteine, grassi buoni, calcio, ferro e zinco e in generale più salubre rispetto a quella ‘tradizionale’.
Tuttavia, nonostante la riconosciuta ecosostenibilità dei cibi a base di insetti, per il 73% degli italiani servono maggiori attenzioni in termini di sicurezza alimentare e pratiche igieniche, e il 55% è molto preoccupato dal punto di vista sanitario per le pratiche che possano essere utilizzate o meno nella lavorazione degli insetti ad uso alimentare.

Powered by Sesamo 2018 - privacy policy